“Combattere la corruzione e la mafia con la cultura”

“Combattere la corruzione e la mafia con la cultura”

Giovedì, alle ore 17.30, presso la sala convegni “D. Potenza” del Ce.St.Ri.M.

Nella classifica annuale di Transparency International, che indaga il Corruption Perception Index (CPI), l’indice di corruzione percepita, l’Italia risulta al 54esimo posto su 180 Paesi nel mondo e tra gli ultimi in Europa per il livello di corruzione nella pubblica amministrazione.

Purtroppo – si legge in una nota di Libera Basilicata – anche la Basilicata non è immune da questo fenomeno così come ci dicono tutte le grandi inchieste giudiziarie che hanno coinvolto la nostra Regione almeno negli ultimi quindici anni.

Un fenomeno purtroppo invisibile anche se non meno dannoso, una vera e propria peste la definiva il Cardinale Martini nel 1984 e “un cancro che logora le nostre vite” la definisce oggi Papa Francesco.

Per questo motivo, cogliendo l’occasione della presentazione del libro “Pane sporco, combattere la corruzione e la mafia con la cultura” di Vittorio V. Alberti, filosofo Officiale del Dicastero Vaticano per lo Sviluppo Umano, riteniamo opportuno e importante parlare di corruzione in un convegno che Libera Basilicata organizza in collaborazione con il Ce.St.Ri.M. e la Fondazione Antiusura Interesse Uomo.

Di seguito il programma del convegno :

Presentazione del libro “Pane sporco. Combattere la corruzione e la mafia con la cultura”

Giovedì 8 Novembre alle ore 17.30

presso la sala convegni “D. Potenza” del Ce.St.Ri.M. In Via Sinni snc a Potenza

Interverranno con l’autore :

S.E. Mons. Salvatore Ligorio – Arcivescovo di Potenza

Dott. Francesco Curcio – Procuratore della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Potenza

Don Marcello Cozzi – Libera