Estate a Tito

Estate a Tito

Tante le novità della bella stagione

Musica, letteratura, natura, giochi e sport. Questi gli elementi de “La bella stagione”, il cartellone della programmazione estiva del comune di Tito. Si inizia oggi con l’appuntamento di presentazione del progetto “Ecomuseo del paesaggio”, per poi proseguire il 4 luglio con lo spettacolo a cura di Gommalacca teatro e Sotto il Castello dedicato alle capitali europee della cultura 2019, Matera e Plovdiv.

Spazio alla musica il 13 luglio con il concerto di Salvatore Pace, campione mondiale di fisarmonica; il 5 agosto con l’esibizione della Banda Città di Tito e il 10 agosto, con il tradizionale appuntamento della notte di San Lorenzo, a cura delle associazioni Attivati e Memorìa, nello splendido scenario della Torre di Satriano in Tito. Il 18 agosto, invece, per il 28° anno ad esibirsi saranno i piccoli cantanti titesi con il tradizionale Festival Canoro Titese.

Riconfermati gli appuntamenti di punta de “La Bella stagione”: il 3° torneo di beach volley, dal 28 luglio al 4 agosto, nella ormai tradizionale spiaggia allestita in Piazzale Asuncion, organizzato dall’associazione Asd Twister Tito e la 5° edizione di “Conquistadores”, la caccia al tesoro comunitaria che tiene con il fiato sospeso l’intera popolazione per vari giorni, realizzata dall’associazione Titesemente.

Spazio allo sport a partire dal 20 luglio con l’Associazione Volontari Scuola , con la seconda edizione del torneo di Street Soccer, anticipato da un dibattito su sport e salute, e con il torneo di calcio a 5 presso il Centro Sportivo Città di Tito. Organizzato dalla Polisportiva Tito.

Novità assolute di quest’anno sono la prima festa di quartiere del rione San Vito, il 7 luglio, organizzata dal comitato di quartiere e che vedrà esibirsi Rocco Fiore e la sua band, e la prima edizione del palo della cuccagna, il 1 settembre, a cura de La Pro Loco Tito Gli Antichi Portali.

Ci saranno gli appuntamenti con la tradizione enogastronomica: l’11 agosto, l’associazione Ri-crea, metterà in vetrina i prodotti degli orti titesi con la 4° Festa degli Orti; mentre il 25 e il 26 agosto, per le vie del centro storico, ritorna l’appuntamento con il percorso enogastronomico “Centro in Tavola”.

Riconfermato anche l’appuntamento con la nuova ricostruzione storica sul sito archeologico della Torre di Satriano in Tito, in collaborazione con la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera e con le associazioni Memorìa e Anspi.

Non mancheranno eventi legati alla letteratura: il 18 luglio verrà presentato il libro di Maria Luigia Longo “I Segreti della Dalia”, mentre l’associazione Donne 99, tra i mesi di luglio e settembre, presenterà i libri di Gianfranco Blasi, “La croce diversa”, di Carmen Cangi, “Io senza di me”, e uno dedicato agli antichi mestieri dimenticati. Sempre l’associazione Donne 99 andrà alla scoperta delle sorgenti del nostro territorio e nel mese di settembre curerà la premiazione della 14° edizione del concorso nazionale di poesia “Universo Donna”.

Appuntamento per i più piccoli con il centro estivo organizzato dalla Polisportiva Tito, con i laboratori ricreativi curati dalle associazioni Ricrea e Sotto il Castello e il 9 settembre, prima della riapertura scolastica, divertimento nella biblioteca “Lorenzo Ostuni” con “Bimbi in festa. W la scuola” a cura dell’associazione Donne 99.

A chiudere il cartellone estivo ci penserà l’associazione Anspi con la terza festa della famiglia il 2 settembre presso la località Casermetta, le tradizionali feste patronali del 6-7-8 settembre e la giornata nazionale del cammino, il 14 ottobre, promossa dall’associazione La Cordata.

“Il ringraziamento più grande – comunica l’assessore comunale Fabio Laurino – va a tutte le associazioni e agli operatori culturali che anche quest’anno animano il cartellone degli eventi estivi del nostro comune. Nonostante le molteplici difficoltà cerchiamo costantemente di valorizzare la loro attività di animazione e valorizzazione territoriale. Quest’anno – aggiunge – abbiamo voluto consolidare iniziative che ormai sono punti di riferimento per la programmazione culturale estiva, soprattutto tra i più giovani, al fine di non disperdere un lavoro costante fatto in questi anni. L’invito, quindi, è quello di invitare a scoprire il nostro territorio e di vivere Tito in questa bella stagione”.