Il borgo della musica a Marsico Nuovo

Curiosando in Val d’Agri di Carola Corleto

 

Un Parco e un borgo ,entrambi incastonati  in una cornice naturalistica, vera protagonista e patrimonio di chi vi abita, ricchezza di chi li detiene.

Un borgo nel borgo,  realtà e risorsa  di un territorio volàno  di un’economia  ancora poco sviluppata, ma che ha smania di riscatto.

E’ questo ciò che si presenta ai nostri occhi sfruttando l’immagine  preziosa dei nostri paesi, senza deturparne l’aspetto, ma al contrario, valorizzandolo.

Marsico Nuovo e il “Borgo della musica”, così identificato e voluto onorando la memoria  del grande GEORGES BRASSENS le cui origini sono qui radicate e di cui solo due anni fa se n’è celebrato l’immagine.

Ciò che appariva un’impresa impossibile, su cui si è lavorato per ben dieci anni, è diventata certezza e alla fine ce l’abbiamo fatta a dare forma ad un progetto che vede rientrare MARSICONUOVO nel circuito “ALLEGROITALIA”, attivo nel settore alberghiero dal 2011 che fin da subito aveva scelto di investire in loco, applicando questa innovativa formula ricettiva.

Ieri alla presenza di rappresentanze politiche e locali, il taglio del nastro è avvenuto nella sede che sarà Reception del Borgo, che ufficialmente parte con 6/8 strutture, pari  a 40/50 posti letto.

Il primo passo è compiuto, il resto spetta a noi tutti cittadini che ci adopereremo per il meglio ad accogliere, com’è in nostro potere, l’ospite che qui ritroverà un punto di riferimento e l’ambiente ideale per soggiornare piacevolmente e per arricchire il proprio patrimonio culturale, che questo prezioso borgo detiene.

Coniugando le nostre capacità a un’elevata risorsa umana, siamo certi di poter lasciare un’impronta nel cuore di tanti, tutto il resto lo attueremo strada facendo.