Accusato di aver mandato ai figli della ex un video privato che riguardava la madre – per vendicarsi della fine della loro relazione – un uomo di 52 anni è stato posto agli arresti domiciliari dalla Polizia, a Potenza.

Gli agenti hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il Tribunale del capoluogo lucano, su richiesta della Procura della Repubblica: le accuse sono quelle di atti persecutori e diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite. Deciso a non accettare la fine della relazione con la donna, l’uomo ha cominciato a perseguitarla con “una crescente violenza psicologica», con il pericolo «concreto e attuale che potesse commettere ulteriori e più gravi condotte persecutorie». Fino al punto che, dopo «ripetuti messaggi telefonici», minacce e offese – con l’obiettivo di indurre la donna a riprendere la relazione – l’uomo ha contattato i figli e ha inviato loro un «video privato a contenuto intimo che riguardava la madre». Tale circostanza ha fatto scattare la richiesta di arresto da parte della Procura della Repubblica, accolta dal gip.