La Basilicata resta arancione, ma il presidente della Regione, Vito Bardi, non ci sta: “Meritiamo la zona gialla”. Il Ministro della Salute, il lucano Roberto Speranza, nel pomeriggio ha firmato un’ordinanza con la quale sono state rinnovate le misure restrittive per Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte.

E quindi la Basilicata non ha cambiato “zona”, rimanendo in quella arancione, nella quale era entrata lo scorso 11 novembre. Pochi minuti prima, il governatore aveva affidato a un comunicato stampa tutta la sua delusione per la decisione del Ministro e per la classificazione data dall’algoritmo. “Il nostro Rt – ha sottolineato il governatore di centrodestra – è a 0,86, in forte calo rispetto alle settimane precedenti (sette giorni fa era 1,22) e comunque al di sotto della media nazionale. Mi chiedo, e mi unisco ai colleghi Governatori che già – ha evidenziato Bardi – hanno espresso perplessità in merito, perché essere schiavi di un algoritmo che sembra non tenere conto dei progressi raggiunti, dei sacrifici dei cittadini e dello stato dei territori. I lucani anche in questa seconda ondata hanno risposto in maniera esemplare rispettando le regole e la Regione e gli enti locali hanno fatto la loro parte in maniera efficace”.