LA CISTITE NON PASSA MAI? CONTROLLATE L’INTESTINO

LA CISTITE NON PASSA MAI? CONTROLLATE L’INTESTINO

Torna l’attesa rubrica del genetista Francesco Nicola Riviello

 

La cistite è l’infiammazione della vescica e, si sa, l’infiammazione è sempre accompagnata da dolore (in questo caso pelvico). I sintomi della cistite sono lo stimolo urgente di urinare, pure quando la vescica contiene poca urina, il bruciore e il dolore anche durante la minzione.

Le cause della cistite sono prevalentemente infezioni batteriche e, in alcuni casi, virali.

Di solito, i sintomi del disturbo si risolvono in pochi giorni e non è infrequente che accada spontaneamente, il problema è che la cistite può ripresentarsi. Classicamente, l’infezione è trattata con disinfettanti delle vie urinarie e antibiotici, ma anche associando dei rimedi naturali: bere molta acqua, consumare succo di mirtillo rosso per via della sua azione antisettica, e di seguire una dieta sana ed equilibrata.

È risaputo che la cistite interessa più frequentemente le donne, il motivo sta nel fatto che i batteri responsabili dell’infezione penetrano nella vescica dall’uretra e quest’ultima è più corta nelle donne rispetto agli uomini, quindi raggiungono più facilmente la vescica.

La disbiosi intestinale, cioè l’alterazione della flora batterica dell’intestino, rompe l’equilibrio che apporta benefici all’uomo ed è uno dei fenomeni da tenere d’occhio per la comparsa di cistite, poiché i batteri opportunisti possono dare luogo a infezioni.

Chi soffre di cistite ricorrente e sperimenta con una certa frequenza mal digestione, meteorismo, flatulenza, diarrea o stitichezza (o un’alternanza delle due), potrebbe avere una disbiosi intestinale che sarebbe bene approfondire con un controllo.

La disbiosi si può trattare con buoni risultati, ma solo affidandosi a figure professionali idonee e seguendo i consigli degli esperti. Abbandonare le abitudini alimentari scorrette e riscoprire un’alimentazione più sana è il primo passo per la prevenzione e per la terapia.

Anche l’assunzione di fermenti lattici ad attività probiotica può aiutare a migliorare l’equilibrio della flora intestinale, garantendo un maggior benessere a tutto l’organismo.

 

Dott. Francesco Nicola Riviello

Genetista e Nutrizionista

dott.riviello@gmail.com