Romaniello: perché al bar l’incontro con Terna?

Romaniello: perché al bar l’incontro con Terna?

“Non si comprende perché funzionari pubblici in orario di lavoro incontrino rappresentanti di Terna fuori dagli uffici preposti”

Con una lettera inviata oggi al presidente della Regione Pittella, all’assessore all’Ambiente ed Energia Pietrantuono e al dirigente dell’Ufficio personale della Regione Travaglio, il consigliere regionale del Gruppo misto Giannino Romaniello, ha segnalato un “incontro al bar” tra funzionari dell’Ufficio Energia della Regione e un rappresentante di Terna, “società con cui è attualmente aperta una procedura per la proroga dell’autorizzazione riguardante la costruzione di alcune centrali elettriche e relativi elettrodotti di collegamento”.

“Questa mattina, alle ore 12,45, per la seconda volta (l’altra risale a qualche mese fa) nel bar ‘Sarli’ di fronte al palazzo della Presidenza della Giunta – scrive Romaniello -, alcuni dipendenti regionali, e nello specifico l’avvocato Beccasio, dirigente dell’Ufficio Energia, e l’ingegner Rasola, già posizione organizzativa dell’Ufficio Energia attualmente destinato ad altro incarico (Coordinamento attuazione dei programmi Infrastrutturali turistici, culturali, industria ed energia) erano a discutere con l’ingegner Pietro Vicentini, responsabile unità Centro – Sud di Terna. Non conosco l’argomento oggetto di discussione. Ricordo solo che con Terna è attualmente aperta una procedura per la proroga dell’autorizzazione riguardante la costruzione di alcune centrali elettriche e relativi elettrodotti di collegamento”.

“Non si comprende perché – aggiunge ancora l’esponente di ‘Liberi e Uguali’ – funzionari pubblici in orario di lavoro incontrino rappresentanti di Terna fuori dagli uffici preposti. Un comportamento ingiustificato e lesivo dell’immagine della pubblica amministrazione, in questo caso della Regione Basilicata che, agli occhi dei cittadini, potrebbe apparire finalizzato a tutelare gli interessi di parte piuttosto che quelli pubblici. Chiedo, pertanto, che si verifichino le ragioni dell’assenza dagli uffici dei citati dipendenti e quali ragioni li abbiano portati ad incontrare in un bar il rappresentante di Terna”.