La fondazione Nitti ha un nuovo comitato scientifico

La fondazione Nitti ha un nuovo comitato scientifico

Tante le iniziative in cantiere

Si è insediato il nuovo Comitato scientifico della Fondazione “Francesco Saverio Nitti”,  nominato dal Consiglio di amministrazione della fondazione lucana, di cui è presidente il prof. Stefano Rolando e di cui è vicepresidente la prof.ssa Aurelia Sole (rettrice Unibas).

Alla seduta, ospitata dall’Università Orientale di Napoli e aperta dallo stesso presidente della Fondazione Stefano Rolando, hanno preso parte i professori Luigi Mascilli Migliorini, Marco Rossi Doria, Giampaolo D’Andrea, Antonio Lerra, Severino Romano e Giovanni Vetritto ( il prof. Piero Craveri, membro del CS, non ha potuto partecipare).

Si tratta della prima seduta del Comitato che ha ritardato il suo insediamento a causa della scomparsa del prof. GIuseppe Galasso che lo ha presieduto dal 2008 e che è deceduto lo scorso 12 febbraio.

Eletto presidente Luigi Mascilli Migliorini, professore di Storia moderna presso l’Università Orientale di Napoli e membro della Accademia dei Lincei, già componente del Comitato dalla sua costituzione. Eletto segretario e delegato al CdA Giovanni Vetritto, dirigente generale alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e studioso di storia delle istituzioni.

“Il Consiglio ha tracciato le linee generali di programmazione pluriennale che, al centro, deve riguardare questi anni – ha detto Stefano Rolando – che investono il 150 della nascita di Nitti, il centenario dello stesso governo Nitti e il centenario della pace successiva al prima guerra mondiale. Ma anche progetti già in cantiere che si articolano con priorità attorno al Centro Nitti di Melfi e a VIlla Nitti a Maratea”.

Luigi Mascilli Migliorini ha ricordato “La figura del prof. Galasso e la qualità del suo contributo che ci impegna ora in una ragionata continuita’” e ha richiamato “la responsabilità del comitato scientifico in ordine ai contenuti delle funzioni sociali e culturali di una fondazione caratterizzata da tre priorità, l’ Europa, l’ Italia e il Mezzogiorno”.

Il Comitato scientifico sarà partecipe il 24 e il 25 aprile al denso programma che la Fondazione Nitti, in collaborazione con il Comune, Anpi e Associazione Nitti, ha profilato a Melfi per una celebrazione della Liberazione in chiave storica ed educativa attorno alla figura di Francesco Saverio Nitti.