“Salva la tua lingua locale”: Curiosando in Val d’Agri  di Carola Corleto

“Salva la tua lingua locale”: Curiosando in Val d’Agri di Carola Corleto

Nino Caiazza si aggiudica il terzo posto del premio letterario nazionale 2015

 

“Salva la tua lingua locale”. Con questa motivazione si aggiudica il premio letterario nazionale 2015, classificandosi al 3° posto NINO CAIAZZA, un lucano doc che nella sua raccolta di commedie dialettali, opere originali in dialetto viggianese, ha ancora una volta manifestato un amore viscerale per la sua terra.

Già, perché è appunto l’amore per il proprio territorio e la cultura; che muove le ragioni del mondo.

Autore e interprete delle sue stesse commedie, ha sempre manifestato passione e trasporto per la cultura in genere e fin dai primi contatti con il territorio valdagrese ha inculcato e trasferito a più generazioni , l’amore per l’arte, la recitazione, il canto, il sociale in genere, lo sport.

Qualsiasi disciplina in cui si è distinto è stata una scommessa, un misurarsi frenetico con coraggio e spirito d’avventura, nel quale la ricerca continua è un’insaziabile fame di conoscenza.

Nasce ad Armento, ma la laurea in Farmacia, gli consente di approdare a Viggiano ove vive ed è titolare di un’avviata farmacia del paese.

Ma è appunto il fascino e la storia delle tradizioni viggianesi a creare sintonia a suscitare, interesse per il territorio e a fare di lui un attento ideatore ed organizzatore su più fronti.

Un meritato riconoscimento  all’autore di questo capolavoro, da parte della critica,a noi altri spetta un meritato riconoscimento all’uomo che ha fatto molto per l’intera comunita’ viggianese  per aver espresso in ogni dove altissima considerazione e aver dato voce a questa gente.

 

Carola Corleto