Gestione rifiuti elettrici. Per Pietrantuono “Regione virtuosa”

Gestione rifiuti elettrici. Per Pietrantuono “Regione virtuosa”

Presente Fabrizio Longoni, direttore generale Centro di coordinamento Raee

“Il Centro nazionale di coordinamento Raee organizza ogni anno incontri per illustrare i risultati ottenuti: siamo molto contenti del fatto che quest’anno abbiano deciso di farlo in Basilicata, per via dei notevoli incrementi che abbiamo registrato nella gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche”.

Lo ha detto l’assessore regionale all’Ambiente, Francesco Pietrantuono, intervenendo ad una conferenza stampa che si è tenuta oggi a Potenza, nella sala Verrastro del palazzo della giunta regionale, per illustrare i risultati raggiunti tra il 2016 ed i primi otto mesi del 2017 nel territorio lucano. Erano presenti all’incontro informativo sulla gestione dei Raee, anche i rappresentanti dell’Ente di governo per i rifiuti e le risorse idriche della Basilicata (Egrib) e del Centro nazionale di coordinamento Raee.

La Regione Basilicata – ha aggiunto l’assessore – negli ultimi anni ha messo in campo un’azione molto forte, con l’intento di migliorare ulteriormente i dati sulla raccolta differenziata e con Egrip ha dato corso ad un’accelerazione importante nel cambiamento della governance del sistema. Stiamo ottenendo – ha detto ancora Pietrantuono – grandi risultati: pochi anni fa si ritrovavano rifiuti per strada, oggi invece la Basilicata viene ritenuta modello per tutte le regioni. Non dobbiamo dimenticare, poi – ha evidenziato- che si sta puntando molto su un settore che crea economia: attraverso il recupero si favoriscono infatti sviluppo e occupazione. La Regione Basilicata non farà mancare il suo sostegno ad un comparto molto importante per l’economia e per la sostenibilità ambientale”.

“I dati – ha commentato Nicola Andrea Cicoria, amministratore unico di Egrib – confermano che la strada intrapresa è quella giusta: non c’è solo un miglioramento della raccolta di Raee, ma tutta la raccolta in generale che dà grandi risultati”. Alberto Caivano, dirigente Servizio Rifiuti Egrib ha spiegato che “in Basilicata ci sono 40 centri di raccolta nella provincia di Potenza e una ventina in quella di Matera”, mentre “l’incremento che si registra è di circa il 30 per cento, con una grande crescita rispetto a pochi anni fa. Si potrà migliorare ulteriormente – ha proseguito – ottimizzando i centri ma anche favorendo la corretta raccolta con una adeguata comunicazione ai cittadini”

“Abbiamo scelto la Basilicata, insieme ad altre cinque regioni italiane – ha detto Fabrizio Longoni, direttore generale Centro di coordinamento Raee – perché rispetto agli altri enti territoriali ha una raccolta che sta crescendo. Per noi la Basilicata è un esempio super virtuoso, perché unisce alla raccolta anche la parte di trattamento”. Dario Cesaretti, funzionario della Federazione imprese di servizi (Fise)-Unione nazionale imprese recupero (Unire) ha detto che “il trattamento dei Raee costituisce una vera e propria attività industriale, che richiede investimenti consistenti e tecnologie avanzate e che permette di recuperare metalli ferrosi e plastiche di vario genere ed allo stesso tempo consente di estrarre e smaltire materiali di natura pericolosa”.